martedì 20 novembre 2012

Hennata Indigo con henné de "Le Erbe di Janas"

Ciaoooooo a tutt*!

Come anticipato in pagina, mi accingo a scrivervi questo piccolo post sulla mia esperienza con l'henné di JANAS. Quest'henné mi è stato consigliato da più persone e ne ho sempre sentito parlare benissimo, da chiunque l'abbia usato; per questo motivo ho deciso di comprarlo e di provarlo. Ho comprato una confezione di INDIGO, perché dopo varie esperienze con il LAWSONIA (rosso) ho deciso di ritornare un po' più scura, perché mi ci vedo meglio e perché è più vicino al mio colore naturale.





Ma entriamo più nel dettaglio. Questa è la descrizione che troviamo nel sito de "Le erbe di Janas":

Nome Botanico: Indigofera tinctoria

Tonalità: Nero
La Qualità di questo prodotto è frutto di un’accurata selezione, d’amore e passione. La Polvere è finissima, verde chiaro, dal caratteristico odore, tuttavia piacevole e non eccessivo.La pasta che si ottiene è cremosa, morbida, soffice, senza granelli di sabbia. Si risciacqua come una normale tinta, non essendoci sabbia e fibre grossolane che si ancorano al capello.

UN PIACERE MAI PROVATO PRIMA!

L’Indigo si ottiene dalla fermentazione delle foglie dell’Indigofera tinctoria, essiccate e poi polverizzate accuratamente.La molecola responsabile della colorazione è l’indigotina. Questa molecola si lega alla cheratina,la proteina del capello. L’Indigo, quindi, non penetra nel capello come le tinte chimiche, ma si lega alle squame. In questo modo, non solo protegge il capello, ma lo volumizza aumentando il diametro del fusto.La chioma risulta più voluminosa, luminosa e protetta dagli agenti esterni.In questo prodotto non è presente PPD (para-fenilendiamina), sostanza base di Hennè Nero che si trovano in commercio. Questa sostanza allergizzante, iscritta nel registro ministeriale delle sostanze pericolose e nocive per l’organismo e per l’ambiente.


Concordo con tutto quello che c'è scritto nella presentazione ufficiale. L'indigo ha di per sé un odore abbastanza forte, ma è un odore genuino che non infastidisce assolutamente. L'impasto che andrete a creare è cremosissimo e non cola, non si formano grumi o impiastri antipatici da risciacquare.

Il processo di preparazione dell'indigo è semplicissimo; come indicato sulla pagina FB di JANAS, ho preparato l'indigo in una terrina di plastica, aggiungendo un cucchiaino di bicarbonato e dell'acqua demineralizzata. L'acqua va aggiunta lentamente, in maniera tale da permettervi di gestire bene quanto volete che il vostro "impasto" sia cremoso.



L'occorrente :)


Aggiungiamo acqua demineralizzata...


Iniziamo a mescolare...


... Fino al raggiungimento della cremosità giusta :)

Una volta preparato il pappone dovete spalmarvelo bene su tutta la testa, dalle radici alle punte, abbondando con la quantità su ogni singola ciocca. Potete vedere anche un tutorial sull'applicazione qui.

Quando avete finito di spalmarvi tutto per bene, lasciate in posa l'henné per circa 2 ore.

Risciacquate e.... SORPRESA!! :D



Per il risciacquo ho utilizzato solo acqua, non ho fatto lo shampoo e non ho messo il balsamo, solo un bicchiere di aceto finale. Effettivamente la mia testa stinge un po', probabilmente domani farò lo shampoo, penso dipenda dal fatto che non ho sciacquato bene ;)
Il mio giudizio, come avrete potuto già immaginare è più che positivo. Ho scoperto un nuovo mondo grazie all'henné di Janas. I miei capelli, oltre a essersi tinti davvero tantissimo, si sono gonfiati e hanno davvero acquistato volume. L'effetto "secco" che spesso si attribuisce al post henné, sinceramente non lo vedo.

Domani aggiornerò il post con le foto del risultato alla luce naturale perché so che queste foto con il flash non rendono per niente :) Però ero troppo entusiasta e il post volevo scriverlo subito :)

Spero vi sia piaciuto :)

Un bacione, Mel









domenica 18 novembre 2012

Un prodotto, mille usi... Gel d'aloe!

Ciao Biomondo!

Oggi volevo scrivervi qualcosina su un prodotto che mi ha aiutato moltissimo nella lotta ai brufoli e che mi piace tanto perché ha davvero un'infinita varietà di possibilità di utilizzo.

Ho comprato il mio Gel D'Aloe Bioearth sul sito ECOCOSE al prezzo di 9,90 € per 100 ml. Devo dire che l'ho acquistato in agosto e ce n'è ancora abbastanza, visto che comunque ne basta una piccola quantità alla volta, per qualsiasi uso voi ne facciate.


Cosa ci dice la descrizione ufficiale?

Composto per il 99% da puro gel di aloe vera biologico, è una formulazione semplice e pura che mantiene inalterate le virtù della pianta fresca. Svolge un’azione lenitiva e rinfrescante sulla cute arrossata, scottata ed irritata.

Proprietà: lenitivo, rinfrescante, calmante.
Contiene: Gel di aloe vera.
Modi d'uso: applicare sulla cute con un leggero massaggio fino a completo assorbimento. Ripetere secondo necessità.


Questo è il tubetto di Gel che ho acquistato.


Come al solito, per prima cosa vi mostro l'INCI! Avevate qualche dubbio? :)


Più verde di così... ;)

Come ho scritto nel titolo, la cosa che amo di più di questo prodotto è l'estrema varietà di usi che possiamo farne. Io l'ho usato nella lotta all'acne perché aiuta a far cicatrizzare prima le ferite, e anche come base trucco leggera per l'estate e come anti-crespo per i capelli.
Contro l'acne è sufficiente spalmare una piccola quantità di prodotto sul viso dopo averlo lavato per bene e idem per utilizzarlo come base trucco; anche sui capelli ne basta una piccola quantità da distribuire sulle lunghezze ancora bagnate.

Non appiccica e non è unto, ha un'ottima consistenza e si assorbe molto rapidamente.


Ma quali altri usi ne possiamo fare? Beh, se siete curiosi di conoscere 20 usi diversi del gel d'aloe, vi rimando a quest'articolo interessantissimo del blog GREENME.

E' un prodotto davvero utile da tenere sempre a portata di mano perché aiuta in molti casi e va bene ovviamente per tutta la famiglia.

IN SINTESI: Ottimo contro le scottature, le ferite, come doposole, lenitivo post depilazione o dopobarba, sui capelli, per curare le punture d'insetto.

Come al solito, spero di esservi stata utile :D

Bacio

MEL*

sabato 17 novembre 2012

Benecos Natural Slimline Lipstick, com'è?

Ciao care e ciao cari (i pochi che ci saranno)... :)
Grazie di essere di nuovo qui a leggermi. Oggi ho deciso di dare il via alle recensioni; nel corso di quest'anno di "bioconversione" ho avuto modo di usare tanti prodotti e vorrei unirmi alle tante opinioni che già trovate in rete sui prodotti che magari per alcuni di voi rappresentano "un punto interrogativo" e darvi anche la mia, modestissima, opinione.


Oggi voglio parlarvi del Natural Slimline Lipstick di Benecos


Questa foto l'ho fatta a quello nuovo, ma l'anno scorso l'avevo preso e testato e mi era piaciuto, quindi ho pensato di recensirlo subito. Innanzitutto vediamo cosa ci dice la descrizione ufficiale:
Il rossetto Natural Slimline Lipstick di Benecos è un rossetto certificato BDIH per la cosmesi naturale controllata, splendidamente cremoso e incredibilmente facile da applicare, grazie alla innovativa forma slim. Nutre le labbra, le protegge e le rende morbide e vellutate. È disponibile in due bellissimi colori.

La variante che vi sto presentando oggi è "Exciting", e si può scegliere tra questa e "Rose Love". 

Andiamo a vedere subito quello che ci interessa, ovvero l'INCI!



Appare subito evidente che a livello di ingredienti non ci sia niente che non va, abbiamo un solo pallino rosso,  ma come sappiamo il LANOLIN è un caso un po' particolare. Vi invito a leggere qui perché.

Il prezzo di questo Lipstick è di 4,90 per 2 grammi sul sito KOSMETIKA POINT, e secondo me, già solo per il prezzo è eccezionale!
Questo e-shop propone una vasta scelta tra i vari prodotti Benecos e non solo! Inoltre, essendo presente anche come negozio "fisico", si organizzano spesso iniziative carine in tema MakeUp, ovviamente Bio, quindi se siete di Bari e dintorni... Fate un salto! 

Volete un motivo in più per comprare questo Lipstick? :) Tra qualche tempo non si troverà più in giro... Quindi affrettatevi ;)



L'ho provato e l'ho ricomprato perché mi piace. Ha una durata discreta se si considera la durata media di un Lipstick così verde e in più idrata bene le labbra. Questa variante Exciting è una variante decisa, un bel colore che non passa inosservato ;) 
Devo dire che a parte gli scherzi, la durata mi ha piacevolmente sorpresa perché ho mangiato e bevuto e tutto sommato, era ancora lì, anche se magari aveva bisogno di un rinforzino!
Un piccolo accorgimento può essere quello di applicarlo con l'aiuto di un pennello perché, essendo molto cremoso, tende a spargersi un po' troppo se applicato direttamente sulle labbra.

Che dire ancora? Mi piace molto il colore, mi piace il fatto che idrati bene le labbra e mi piace ancora di più che sia eco-bio! :)

Vi lascio qualche fotina...







Come potete notare è un rosso ciliegia molto coprente, tendente al viola... Ora metto anche la foto della mia boccuccia con e senza Lipstick per farvi vedere la differenza, ma abbiate pietà, a me non piacciono le mie labbra ahahah! :)

Nude

(Luce naturale e una sola passata di Lipstick)


Bene, per oggi è tutto, spero vi sia piaciuta questa prima piccola recensione! Per cominciare ho scelto un prodotto facile facile ;)

Un bacione

Mel



mercoledì 14 novembre 2012

Sconfiggere l'acne, mission POSSIBLE!


Ciao Bell*! 
Visto il "successo" del primo post, non volevo tardare a scrivervi il secondo e quindi eccomi qua, dopo meno di una settimana :) 
Innanzitutto, volevo aggiornarvi sul fatto che ho aggiunto il gadget per diventare lettori fissi e quindi potete cliccarci su e rimanere sempre aggiornati sulle mie "perle di saggezza" :) !!

Oggi, visto che molte di voi me l'hanno chiesto, vi parlo un po' del mio grave problema di acne che è comparso circa 10 anni fa, e che oggi posso dire di aver sconfitto, più o meno.


Per i pigroni che non hanno voglia di leggere tutte le mie chiacchiere, suggerisco di saltare in fondo all'articolo che c'è un bel riassuntino :) 
Per i coraggiosi, ordunque, cominciamo...




Nell'età dell'adolescenza è piuttosto comune soffrire di questa problematica, lo sappiamo; le cause possono essere di diverso tipo e variano dallo stress, agli ormoni, all'alimentazione e... alla predisposizione. Purtroppo è proprio vero, se nasciamo con un determinato tipo di pelle, dobbiamo imparare a prendercene cura, e dobbiamo capire che ogni pelle ha le sue problematiche. 
Io ho sempre avuto la pelle grassa, ma i primi problemi sono apparsi quando ho iniziato a truccarmi. A 16 anni ho messo per la prima volta il fondotinta, un classico fondotinta liquido da supermercato, e già dopo qualche mese la mia pelle cominciava a cambiare. I pori si dilatavano, soprattutto sulle guance e intorno al naso e in più, sembrava sempre più unta. Ma insomma, fino a 2 anni fa, niente di particolarmente grave. Poi non so, forse la mia pelle nel frattempo si è stufata. Fatto sta, che un bel giorno di gennaio 2010 mi alzo, mi specchio, e mi ritrovo la faccia coperta da brufoli enormi, sottopelle, dolorosi. Se ci aggiungiamo il fatto che poi quando li vedo, non riesco a non toccarli, potete immaginare come avevo ridotto la mia faccia in pochi giorni.




Considerate che questa foto è stata scattata nell'ultimo periodo, in cui le cose andavano già un po' meglio. Foto del periodo tragico (OVVIAMENTE) non ne ho scattate.

Insomma, morale della favola, mi riempivo di correttore e fondotinta prima di uscire, sperando di coprire il copribile, ma purtroppo poi a casa ero costretta a rendermi conto che la mia faccia era proprio inguardabile. Dopo qualche tempo mi decisi a fare una visita dal dermatologo, che mi prescrisse un trattamento della durata di sei mesi. Si trattava di 4 prodotti, una crema solare, un gel detergente e due creme (una per il giorno e una per la sera). Inutile dire che il tutto mi costò abbastanza, tra visita e prodotti...
Dopo 8 mesi di trattamento la mia pelle sembrava un po' sfiammata, ma ugualmente "infetta". Cominciavo quasi a disperare, ma avevo deciso di darmi un'ultima chance! 
Così ho iniziato a cercare del materiale online che riguardasse il mio problema e provare tutti i rimedi possibili immaginabili. Ho letto e scoperto in questo modo cos'era la cosmesi eco-bio. Ho letto articoli in cui veniva spiegato come i siliconi e i petrolati si comportassero da "pellicola" e non facessero realmente respirare la pelle. Ho anche costatato che nei miei prodotti da "routine quotidiana" questo tipo di ingredienti non mancava mai. Così, il primo passo è stato quello di cambiare proprio tipologia di Make Up, rivolgendomi al Make Up minerale; le prime cose che ho preso? La polvere naturale di Benecos e la cipra Lavera.





La Natural Powder di Benecos è ottima e ha un costo molto basso (circa 4,99€). Inoltre, grazie alla presenza del Kaolino nella sua formulazione, è anche curativa e seccante sui brufoli.

In secondo luogo, ho cominciato ad applicare quotidianamente una crema specifica per pelli grasse. Inizialmente, ho cominciato con la crema de IL FIORE - PRODOTTI NATURALI, specifica per pelli grasse. Mi sono trovata molto bene, anche se appena applicata dava una sensazione di "unto", ma i risultati già iniziavano a vedersi.



Successivamente ho provato la crema di Fitocose, sempre quella specifica per pelli grasse, al Propolis. L'odore è un pochino più piacevole rispetto alla prima, ma in entrambi i casi, non si tratta di odori che rimangono troppo a lungo, quindi sono praticamente ininfluenti. 


Dopo tutti questi nuovi accorgimenti stavo decisamente meglio, la mia pelle si sgonfiava quasi completamente e comparivano alcuni brufoli da sfogo solo in giorni particolari come i giorni pre-ciclo o pre-esami! Ma qual è stata la rivoluzione????
Il cambiamento vero e proprio è arrivato relativamente tardi; dopo aver testato il sapone allo Zolfo (al supermercato si trova quello de I Provenzali) che comunque sembrava efficace, in quanto seccava per bene la pelle, ho provato il sapone di Aleppo. Il sapone di Aleppo si trova anche al supermercato, viene prodotto da I Provenzali e anche da Forsan e il prezzo non è eccessivamente alto: 6,50€ per 200 grammi, e considerate che una saponetta di 200 grammi vi dura parecchio. Ebbene, vi garantisco che dopo 4 o 5 giorni di utilizzo di questo sapone, vedrete già i primi risultati. La pelle si purifica e diventa completamente diversa. Vi consiglio anche di non sospendere il trattamento, se avete una pelle problematica come la mia soprattutto, perché la ricomparsa dei brufoli è veloce e traumatica! :)
Inoltre, il gel d'aloe mi ha aiutato parecchio a far cicatrizzare più velocemente le "ferite" post-martirio di brufolo e quindi anche lui si è rivelato un ottimo alleato per noi che ci scartavetriamo la faccia.

RIASSUNTINO! :D

In conclusione, per la routine quotidiana della lotta all'acne, vi consiglio di:

1) Lavarvi accuratamente il viso con sapone d'Aleppo, e se avete anche altre zone problematiche usatelo tranquillamente anche sul resto del corpo;
2) Utilizzare o comunque prediligere il Make Up Minerale;
3) Struccarvi sempre prima di dormire;
4) Utilizzare creme specifiche per pelli grasse al mattino e alla sera;
5) Effettuare uno scrub una volta a settimana;
6) In caso di cicatrici post brufolo, applicare Gel D'aloe Bio (la Bioearth è una buona marca);
7) Se proprio non riuscite a non spremervi il dannato brufolo, fatelo senza toccare il tutto con le mani, utilizzate delle salviettine. :)
8) Quando il brufolo sta nascendo e sentite che si gonfia sottopelle, provare a intervenire subito con una goccia di Tea Tree Oil puro o di Olio Essenziale di Lavanda. E' altrettanto valido il BrufoloBill di Lush, anche se forse ha un prezzo un po' altino;
9) In casi particolarmente ostinati, preparare una maschera all'argilla con qualche goccia di olio essenziale di lavanda o di Tea Tree due volte alla settimana e applicatela anche nelle altre zone critiche (schiena, petto, braccia... io la applico con un pennello da tinta per capelli!)

10) Evitare qualsiasi prodotto che contenga siliconi e/o petrolati :D !!


Questo è il percorso fotografico della mia pelle prima e dopo ....


E questa è una foto un po' più evidente della mia pelle ora :) Diciamo che truccata mi sento bene, ma non mi vergogno più ad uscire di casa senza trucco! :)



Very Important P.S.: Le indicazioni e i consigli che vi ho scritto in questo post purtroppo possono rivelarsi dei fallimenti per qualcuno che magari ha una pelle ancora più problematica della mia, o semplicemente un tipo di acne diversa da quella che ha colpito me. IO vi ho raccontato la mia esperienza e ho cercato di testimoniare anche il cambiamento con qualche foto. Purtroppo (o per fortuna) non siamo tutti uguali quindi l'effetto che una certa "routine" ha avuto su di me, non potrà essere l'effetto che avrà su tutt* voi.
Inoltre, ci tengo anche a precisare che la mia pelle non è perfetta! Ogni tanto spunta qualche imperfezione, solo che oggi cerco di stroncarla sul nascere con questi mezzucci! Purtroppo sono nata con la pelle grassa e non credo che un domani io possa ritrovarmi (per estremizzare) con una pelle secca. Solo cerco di rendere migliore la mia pelle prendendomene cura con le mosse giuste. Anche voi dovete sforzarvi di capire cosa fa stare meglio la vostra pelle, e trovare così i rimedi migliori. Buona fortuna!!!

Detto questo, spero di esservi stata utile raccontandovi la mia piccola esperienza. Se avete anche altri rimedi, suggeriteli pure :)

Un bacione
Melania






venerdì 9 novembre 2012

Un anno dopo... Perché ho scelto il BIO

E' passato un anno circa da quando ho deciso di avvicinarmi al mondo del biologico. Inizialmente, la mia è stata un'esigenza personale, un qualcosa che "forse" mi avrebbe aiutato a risolvere i miei problemi, chiamiamola pure un'ultima spiaggia. Oggi, posso dire che è stata la scelta migliore che potessi fare.

Era il gennaio del 2010, un periodo felice e tranquillo, almeno fino al giorno in cui non mi sveglio e scopro la mia faccia ricoperta di brufoli. Ho sempre sofferto di acne, ma il livello a cui mi ero ritrovata quel giorno era davvero qualcosa di indescrivibile, e soprattutto ingiustificato, vista l'età! Non che fossi vecchia, ma la pubertà, insomma... Era finita da un po'.
Presa dal panico, incominciai a chiedermi cosa fare per "salvare" la situazione... Andai da un dermatologo. La visita mi costò 40 euro e i prodotti che mi consigliò me ne costarono 80. Ma pensai, per la salute... Questo e altro! Il trattamento doveva durare 6 mesi, ma dopo 9 mesi i risultati erano pessimi.



Chiedo scusa per l'oscenità, ma è per farvi rendere conto. :)
La situazione sembrava migliorare, ma fondamentalmente rimaneva tutto com'era.
Un giorno, sconsolata, decisi di iniziare a cercare online le motivazioni per cui la mia pelle poteva essersi ridotta in quello stato e iniziai a leggere di Siliconi, Petrolati e via dicendo all'interno dei cosmetici.
Premetto che sono sempre stata un po' maldestra e a volte andavo a dormire senza struccarmi. Considerate che ho iniziato a usare il fondotinta a 16 anni, tutti i giorni.
Così trovai varie informazioni sul silicone, in diversi siti si parlava del fatto che non facesse respirare la pelle, che non la idratasse e che quindi potesse favorire la comparsa delle impurità. Ovviamente presi in mano la mia boccetta di fondotinta per leggere gli ingredienti e... sì, era lì, quel bel CYCLOPENTASILOXANE al primo posto! Così, la prima cosa, sbagliatissima, che mi venne in mente di fare fu quella di scaraventarlo nella spazzatura (non lo fate!! Contribuite solo a peggiorare le cose!). Andai in profumeria e ripiegai su quello che mi sembrava il meno-peggio. E di fatto, devo dire, che già le cose sembravano prendere una piega diversa.


Si trattava di questo fondotinta liquido della Rimmel, contiene petrolati ma niente siliconi, ed effettivamente sentivo che la mia pelle cominciava a respirare sempre un pochino di più.
Continuando a indagare, su svariati siti c'erano pareri concordanti sul fatto che il fondotinta minerale fosse la soluzione migliore per chi aveva una pelle problematica come la mia, e così comprai la polvere Naturale di Benecos.

Oggi, a distanza di un anno circa, la mia pelle è completamente diversa, soprattutto dopo la scoperta del sapone di Aleppo. Sta meglio, è più luminosa, e pur presentandosi delle impurità durante il periodo "ciclo" riesco a tenerle a bada con i tanti accorgimenti che ho trovato! (ma questa è un'altra storia, dunque un'altro post)

All'inizio è stato difficile abituarsi alle novità. Il fondo in polvere mi sembrava scomodo e inutile, i saponi bio mi sembrava che non lavassero e lo shampoo bio aveva fatto venire fuori il peggio dei miei capelli. Sembravano morti, spenti, paglia. Ma il problema non era lo shampoo bio, anzi! Purificandoli dai siliconi e da tutto il male che gli ho fatto passare (tinte, permanenti e contro permanenti), si erano rivelati per com'erano veramente e non per la parvenza che offriva il magico potere dei siliconi. Quindi con tanta pazienza, li ho tagliati e ho iniziato a trattarli solo con prodotti bio, e naturalmente anche con l'henné :) Oggi i miei capelli sono sani, belli e forti, soprattutto dopo l'ultimo taglio ;)



E poi piano piano, tutto inizia a diventare bio, si inizia a PENSARE BIO! Il makeup, i cosmetici, i prodotti per la casa e via dicendo... Insomma, oggi come oggi, non tornerei mai indietro e sono super soddisfatta della mia "scelta di vita". Certo, all'inizio non è semplice, cambiare completamente la routine, ma dopo un po' diventa quasi divertente!
Dall'entusiasmo scatenatosi dentro di me è scaturita l'idea della pagina; un modo per entrare facilmente in contatto con le altre persone e coinvolgerle nel mio bio-entusiasmo! Non pensavo che l'argomento potesse avvicinare così tante persone e per me, oggi, la mia pagina è una meravigliosa opportunità di scambio diretto. Amo confrontarmi con chi mi segue e amo questo mondo in cui sono entrata a far parte, dapprima per necessità e in seguito per passione.


In conclusione, mi sento di dire a tutti quelli che si stanno "convertendo" che il bio all'inizio può sembrare peggiore del sintetico e che per apprezzarlo ci vuole tanta pazienza e costanza. Una volta che il cambiamento si stabilizza, sarà così per sempre :)

Questo è il primo vero post del blog, un po' una presentazione del blog e della pagina, un po' una presentazione del mio cammino... Da oggi cercherò di aggiornarlo quotidianamente con le recensioni sui prodotti che ho testato e con alcuni articoli che magari possono darvi una mano a capire come risolvere alcuni fastidiosi problemi!


Grazie dell'attenzione :****

MEL ^_^