giovedì 5 giugno 2014

[Review] Miscele Phitofilos: Mallo di Noce e Robbia!

Ciao Bio Mondo ^_^

Oggi vi parlo un po' della mia esperienza con le miscele di erbe tintorie di Phitofilos. Ne ho comprate due, entrambe acquistate sul sito di Tathia, tanto per cambiare.

Innanzitutto, vi parlo un po' dell'azienda, come faccio sempre quando vi parlo di un prodotto per la prima volta. Secondo la descrizione ufficiale:

"Phitofilos è un’azienda green presente nel settore europeo della cosmetica naturale, esclusivamente per ciò che attiene alla colorazione, alla cura e al benessere del capello, offrendo ai propri clienti prodotti naturali di qualità.

Phitofilos seleziona e mette insieme le polveri d’erbe della migliore qualità, offrendo ai propri clienti miscele riflessanti  trattamenti naturali per un  capello sano nel rispetto dell’ambiente e della persona.     

Phitofilos segue la strada della qualità e della trasparenza: le certificazioni di ogni miscela e di ogni singola erba che le compone, sono il modo in cui si tende la mano alle persone che scelgono la chiarezza e offre le dovute garanzie ad ogni professionista che segue questa strada maestra."


Tutti i prodotti di questo marchio sono stati sottoposti ai test necessari per assicurare ai clienti la qualità e la sicurezza degli ingredienti. Personalmente, come ormai avrete capito, sono un'amante del MadeInItaly originale, puro, vivo. E quest'azienda ne è sicuramente un'esponente importante.

Appena ne ho sentito parlare, ho deciso di provarla perché ormai il "pappone" tintorio per me è un rituale! Cerco di farlo almeno una volta ogni due settimane, non solo per il colore, ma anche per coccolare i miei capelli che gradiscono molto l'effetto delle erbette ayurvediche e/o coloranti.

Passiamo al dunque.

Ho testato entrambe le miscele. 

La miscela Mallo Di Noce costa 9,40€ e contiene 150 grammi di polvere divisi in due bustine da 75 grammi. Stesse quantità per la miscela Robbia, che però costa 11€. 



All'interno della confezione troverete le due bustine di polvere, dei guanti per l'applicazione e un foglio illustrativo con tutte le indicazioni per procedere alla tinta.





Andiamo a vedere l'INCI delle due miscele.

MISCELA MALLO DI NOCE

INCI: Juglans Regia shell powder, Lawsonia Inermis leaf powder, Indigofera Tinctoria Leaf Powder.

Nel dettaglio, quindi si tratta di polveri PURE di: Mallo di noce, Lawsonia inermis, Indigofera tinctoria. Questa miscela viene consigliata alle persone con capelli castani, anche con una piccola percentuale di bianchi.

MISCELA ROBBIA 

INCI: Rubia Tinctorum Root powder, Rheum Officinale root powder, Lawsonia Inermis Leaf powder, Cassia Obovata Leaf powder.

Nel dettaglio, in questo caso si tratta di polveri PURE di: Lawsonia inermis, Robbia tinctoria, Rabarbaro rapontico, Cassia obovata. Questa miscela è consigliata per le persone con capelli dai fondi biondo venati, castano chiaro anche con bianchi, per ottenere nuances cognac. Eccellenti risultati per le sfumature ottenute, evidenti soprattutto su capelli mechati.

Queste miscele non necessitano di ossidazione, ma solo di un tempo di riposo che va dalle 6 alle 8 ore nel caso in cui si decida di miscelare la pappetta con lo yogurt. Queste miscele infatti, possono essere utilizzate con della semplice acqua calda, ma anche allungate con limone, yogurt o aceto. Tutto dipende dalle vostre esigenze e dal colore che volete ottenere. Questi vettori acidi vengono consigliati per ottenere un risultato migliore sui capelli. Come dicevo, molto dipende anche dai vostri capelli: l'uso dell'aceto per esempio è consigliato per capelli grassi; il succo di limone accentua la luminosità dei capelli chiari, ma è sconsigliato in caso di pelle sensibile. Lo yogurt invece è un valido aiuto per chi ha i capelli secchi.
Il tempo di posa consigliato varia dai 30 ai 90 minuti. 

Personalmente, ho utilizzato la miscela MALLO DI NOCE senza nessuna aggiunta, miscelandola con acqua calda e tenendola in posa per un'ora e mezza. Avevo intenzione di usarla per tutta la testa, ma purtroppo, nota dolente, 150 grammi non sono stati sufficienti a coprire tutto per bene. Ho fatto bene metà della testa, poi ho iniziato a dover razionare il pappone rimanente. Ho i capelli lunghi circa 70 cm, ne ho molti, e di solito quando preparo il pappone alla fine dei conti uso sempre circa 200 grammi di polveri.
Per questo motivo non ho fatto foto e non ve le ho mostrate, perché sarebbe stato inutile.

Con la MISCELA ROBBIA, mi sono comportata diversamente. L'ho usata per preparare un impacco tipo sherazade (con l'aggiunta di balsamo), da fare solo sulle punte (una specie di shatush!) e quindi i 125 grammi che avevo sono stati più che sufficienti. L'ho miscelata con la curcuma e l'infuso di camomilla, per esaltare i riflessi più chiari... E il risultato si vede! (Anche troppo, ma dovevo fare questo esperimento...)

Parere finale: i papponi ottenuti con le miscele Phitofilos sono molto cremosi e facili da stendere. Un grosso vantaggio è quello di avere in una miscela tante polveri diverse che contribuiscono al risultato di un colore/riflesso bello da vedere. E' difficile trovare alcune di queste erbe pure e di qualità in altro modo (per esempio il Mallo di Noce, che comprai su AROMAZONE un anno fa, ma che non colorava assolutamente nulla). Quindi, ottima l'idea delle miscele pronte, facili per chi non ha voglia di sperimentare e di fare da sé. 
Però ahimè, c'è un però: il fatto che con 150 grammi io non riesca a coprire l'intera testa. La soluzione è usare una confezione e mezza ogni volta che devo fare il colore... Però, se per caso l'azienda decidesse di fare anche altri formati, non sarebbe male! ^_^ Ovviamente io parlo per le capellone come me. Questa è una piccolissima osservazione, che non pregiudica assolutamente il mio giudizio nei confronti del prodotto: preferirei anche pagare anche 2 euro in più la miscela e avere 50 grammi di polvere in più! :) 
Il fatto è che, come da me personalmente sperimentato, l'effetto delle erbe tintorie è migliore nel momento in cui si riesce a impregnare di pappone tutta la testa il più possibile. Quindi, potrebbero anche essere sufficienti 150 grammi per tutta la testa, ma non riuscirei a coprire l'intera capigliatura come voglio.

In conclusione, vi mostro l'effetto ottenuto in foto. Le mie punte ipersecche hanno trovato giovamento nel trattamento! Sono molto più riflessati e il colore ora è più verso un rosso intenso, non aranciato come prima.
Il prossimo passo sarà una bella indigata per coprire tutto! XD

Vi consiglio di aprire la foto per vederla più grande.



Il mio parere per queste miscele è un parere molto positivo, l'effetto colorante è evidente (in entrambi i casi ho notato delle differenze dove il pappone risultava applicato per bene) e come ho già detto sono molto semplici da preparare, comode perché già pronte, non formano grumi, eccetera. Mi sono trovata bene e conto di riacquistarne altre, in particolare vorrei provare l'impacco emolliente ^_^

Spero questo mio post vi possa essere utile, come sempre

Mel ^_^









2 commenti:

  1. Dopo aver utilizzato per diverse volte la miscela castano chiaro della Khadi, ho provato questa volta la miscela Campeggio di Phitofilos poichè la mia solita non era disponibile. Purtroppo non posso dire che il pappone sia venuto liscio come ero abituata, ma a quanto pare dipende da quei componenti che non posso essere polverizzati finemente (e nello specifico, leggendo gli ingredienti, l'unico che noto differente è proprio il campeggio, dato che mallo di noce e lawsonia sono presenti anche nella miscela che hai usato tu)...me ne resta ancora una busta, spero di risolvere con l'aggiunta di gel di aloe, poi credo tornerò alla mia solita...

    RispondiElimina