lunedì 21 luglio 2014

Solari [parte II]: la mia esperienza personale con i solari Alkemilla!

Ciao Biomondo! ^_^

Oggi, a distanza di quasi un anno, torno a parlarvi dei solari. Come promesso nel primo post, avrei scritto qualcosa a proposito delle linea da me provate. Per leggere il primo post, con tutte le considerazioni del caso sui filtri solari potete cliccare QUI.

Oggi vi voglio raccontare nel dettaglio delle protezioni di Alkemilla e più in particolare della protezione spf30 e del concentrato attivo spf50.

Ho ricevuto i prodotti dall'azienda all'inizio di maggio e nell'ultimo weekend al mare io e il mio ragazzo abbiamo finito il tubo della protezione 30, con molta soddisfazione. Diciamo che sarò andata al mare all'incirca una quindicina di volte.


Abbiamo tagliato il tubo, ovviamente e abbiamo raschiato tutto il prodotto fino all'ultima goccia, come sempre! :)

Come al solito, vi riporto la descrizione ufficiale del prodotto:

"Morbida crema solare indicata per proteggere la pelle del corpo e del viso dai raggi UVA e UVB, caratterizzata dalla presenza di filtri tecnologicamente fotostabili. E’ consigliata per pelli di fototipo mediamente sensibile ai raggi solari, ottima per le prime esposizioni. Lascia la pelle idratata, morbida e profumata, grazie alla presenza di sostanze vegetali come olio di Cocco, burro di Cacao e di Karitè, Aloe Vera, Altea, Malva e mallo di Noce. L’estratto di Henné e di Carota coadiuvano una dorata abbronzatura e la fragranza Monoi lascia la pelle piacevolmente profumata.
MODO D’USO
Applicare su viso e corpo massaggiando fino a completo assorbimento. Si consiglia di ripetere l’applicazione dopo 2-3 ore di esposizione ai raggi solari."

Quindi, questa protezione solare può essere utilizzata sia sul viso che sul corpo. Io però, ho alternato l'uso di questa crema con il concentrato attivo, che ho spalmato sul viso e sui nei più critici.
E vi lascio anche la descrizione del concentrato attivo:

"Crema ad alta protezione, ideale per l’esposizione solare di piccole zone sensibili del viso e del corpo, come macchie della pelle, nei, cicatrici e per ogni parte ritenuta estremamente sensibile ai raggi solari. E’ caratterizzata dalla presenza di filtri tecnologicamente fotostabili, e fitocomplessi di Aloe Vera, Altea, Malva e semi di Lino.
MODO D’USO
Applicare sulle zone interessate, per una maggiore protezione lasciare un sottile strato di prodotto. Si consiglia di ripetere l’applicazione dopo 2-3 ore di esposizione ai raggi solari."


La cosa che mi ha colpito in assoluto più positivamente di questi prodotti è stata l'ODORE! Tutti quelli che l'hanno annusata o sentita per caso mi hanno chiesto cosa fosse perché aveva un odore spettacolare. Ed è proprio così, l'odore di Monoi si sente per davvero e rimane abbastanza a lungo sulla pelle. Avevo paura che la cosa potesse attirare api e vespe varie, ma in questo mese e mezzo di utilizzo (circa), non è successo assolutamente niente di tutto ciò!

Queste sono le varie tonalità di abbronzatura che ho raggiunto andando al mare due volte a settimana circa, spalmandomi SEMPRE la crema, e soprattutto rimettendola dopo ogni bagno.


La "striscia bianca" corrisponde alla mia base di partenza!

Andiamo a guardare gli INCI di questi due prodotti...



Molti sono stati i dibattiti aperti su questi solari: infatti, la prima cosa che salta all'occhio è la presenza dei filtri chimici. L'azienda, da parte sua, ha così chiarito la sua scelta.

"Solari a Filtro Fisico o Chimico Fotostabile?
Noi di Alkemilla la pensiamo così!!
Convinti delle nostre scelte per una corretta e salutare esposizione al sole!! 
Su questo pianeta ci sono 2 cose che risultano essere senza ombra di dubbio, tossiche, deterioranti e disgregative; la loro azione distrugge tutto ,oggetti, piante ed animali. Una di queste cose è il Tempo... l’altra il Sole!!
Il Sole è energia pura, è bello ma contemporaneamente terribile è un qualcosa con cui non si scherza e non si gioca, perché il sole ci dà la vita ma ogni giorno un po’ ci uccide.
Quando si parla di prodotti solari non si può far finta di non conoscere le regole alla base della foto protezione, perché non stiamo parlando di uno shampoo che al limite non ti lava i capelli o te li rende impettinabili, non stiamo parlando di una crema che al limite non ti idrata a sufficienza, stiamo parlando di prodotti che non possono permettersi il lusso di non proteggere il DNA della tua pelle.
Quando un' azienda produce Biocosmesi e si approccia alla linea dei prodotti solari, si crea un problema che deve risolvere con una decisione, perché o credi alla scienza e alla tecnica o ti basi solo sulla filosofia. Non si possono fare entrambe le cose ,hai in pratica 3 scelte sostanziali:
- la prima potrebbe essere quella di non proporre prodotti solari tentando più di salvaguardare la “ reputazione “ piuttosto che proporre una soluzione vana alla propria clientela.
-la seconda, forse la più praticata è quella di proporre solari conformi ai vari disciplinari ECOBIO ( scelta dettata dalla filosofia ) e ciò comporta di proporre esclusivamente prodotti basati su filtri fisici. 
Chi propone e chi acquista una crema solare a base esclusiva di filtri fisici pensando di fare una scelta più “ sana “, probabilmente è semplicemente non informato su determinati aspetti incontrovertibili su cui aimè si fa poca informazione.
I prodotti solari a filtro fisico, basano la loro azione principalmente sulle polveri di Biossido di Titanio e di Ossido di Zinco.Il principio fisico del funzionamento è semplice , ci si cosparge la pelle di crema contenente la polvere bianca di questi 2 minerali triturati ed il raggio di sole che colpisce il chicco di polvere viene riflesso; il raggio di sole però che non colpisce il chicco di polvere arriva diretto alla pelle come se quel punto non avesse la minima protezione. E’ evidente che questi prodotti funzionano abbastanza bene solamente quando ti cospargi con uno strato tale da sembrare un fantasma che si aggira tra gli ombrelloni terrorizzando i bagnanti, ma la pratica dimostra che anche raggiungendo la concentrazione massima di polveri ( il 25 % in peso ), la foto protezione UVB è comunque pessima saltando di fatto tutte le raccomandazioni sul rapporto UVA/UVB con cui sarebbe opportuno esporsi ai raggi solari.Non è che non sia possibile raggiungere alti livelli di protezione, con degli unguenti a bassa o assente concentrazione di acqua , ma queste protezioni non solo non garantiscono comunque il giusto rapporto UVA/UVB ma peccano sulla traspirazione della pelle e sulla stabilità al bagno in mare; in pratica un'azienda le formula solo per essere filosoficamente apposto con i dettami commerciali della cosmesi ecobio e non perché siano in effetti prodotti “VALIDI “.Inoltre l’altra beffa dei solari a filtro fisico consiste nel fatto che tali filtri funzionano meglio tanto più i granuli di polvere sono piccoli, quindi funzionano bene quando i granuli minerali si trasformano in nano materiali, e i nano materiali anche se di origine naturale rappresentano un rischio per la salute.
Noi di Alkemilla abbiamo puntato alla terza via!! Abbiamo formulato i nostri prodotti facendo una scelta “integrata “ ovvero, esattamente come si fa in bioecocosmesi ,non abbiamo utilizzato tutti i conservanti e gli eccipienti normalmente vietati in bioecocosmesi, abbiamo però adottato uno sistema schermante tecnologico basato su molecole che scompongono la radiazione solare in calore, un sistema moderno e fotostabile.
Con queste scelta siamo tranquilli di aver offerto un prodotto all’avanguardia, che rispecchia le aspettative di coloro a cui piacciono i prodotti paraben free, senza paraffina, in linea con la filosofia Vegan testati su nichel, cromo e cobalto, ma soprattutto prodotti che proteggono dal sole la nostra pelle e quella dei nostri bambini, salvaguardano il DNA del derma e permettendo comunque alla pelle di respirare e di sudare correttamente.I prodotti Alkemilla Natural Sun posseggono una fragranza Monoi che non vi renderà sgradevoli al vicino di ombrellone e soprattutto ci rende sicuri che una volta provati non vi pentirete di averli acquistati."


Questa è la confezione della Crema Solare. Sulla scatola sono riportate tutte le informazioni necessarie e i loghi delle varie certificazioni.
Di seguito, la foto della scatola del Concentrato Attivo.


In quest'altra foto invece, vi metto a confronto la consistenza dei vari prodotti solari che sto usando e ho usato l'anno scorso (Bioearth).


Come potete vedere, la consistenza della crema Alkemilla spf30 è leggermente granulosa. Ciò non accade con il concentrato attivo che è leggerissimo e molto fluido.
Entrambi i prodotti si spalmano benissimo, non lasciano scia e si assorbono rapidamente.
Non sono definiti "waterproof", ma l'azienda ha dichiarato che secondo i test effettuati in laboratorio, questi solari resistono bene all'acqua. Effettivamente, anch'io utilizzandoli ho avuto la sensazione che dopo il bagno fossero ancora sulla pelle, ma per precauzione ho sempre riapplicato il prodotto dopo il bagno.

La mia pelle del viso è abbastanza "grassa", quindi il concentrato attivo mi ha fatto spesso sudare "i baffi" sotto al sole, ma in compenso mi ha permesso di abbronzarmi gradualmente e in salute.
Non ho avuto i tipici fastidi che mi si presentano ogni anno, rossori e spellamenti vari.

Sono rimasta molto soddisfatta della resa di questi solari e li consiglio vivamente!

L'odore poi, mi fa propendere per il massimo dei voti!
Insomma, anche i solari Alkemilla, sono promossi a pieni voti :D

Potete acquistarli dallo store ufficiale > ALKEMILLA

Il concentrato protettivo ha un costo di 14,20€ per 50ml; la crema solare invece costa 16,80€ per 150ml.

E voi li avete provati?

Mel ^_^










3 commenti:

  1. I solari che voglio provare ^_^
    Grazie di questa review!!

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Grazieeee!! La prossima estate li proveró sicuramente :-D

    RispondiElimina